Lisa

Difficile rispondere alla domanda “chi sei?” in poche righe. Sono convinta che ogni individuo abbia molte sfaccettature, molti interessi e molte peculiarità. Proprio per questo non riuscirai mai a conoscere fino in fondo una persona, nel bene e nel male. Confido nell'umanità. Chiamatemi ingenua, chiamatemi sognatrice… ma credo che una persona possa cambiare, se lo vuole davvero. Tutto sta nella volontà. È quella che fa la differenza. In tutto. Un esempio concreto? Agosto 2016. Dovevo partire per il Cammino di Santiago. Il fisioterapista mi disse che, causa polpacci ipertesi e relativi problemi ai talloni, potevo solo fare pochi km in piano con scarpe da ginnastica. Risultato? Quattro giorni dopo ero in viaggio per il cammino, scarponi ai piedi e più di 900 km ad aspettarmi. Niente mi avrebbe fermato. E così è stato. Sono appassionata di tutto ciò che “gira” intorno all'arte. Qualunque strada intraprenderò nella vita di una cosa sono certa: l'arte, in una qualche forma, mi seguirà. Fosse anche solo per l'immaginarmi cani, gatti, zebre o un intero zoo nell'osservare le nuvole. L'immaginazione ti aiuta a vivere una vita fatta di storie dentro una storia: la tua. Ed è la chiave di tutto. Mi sono realmente avvicinata alla scrittura non moltissimi anni fa. Credo di esser migliorata leggendo molto. Principalmente mi piace scrivere delle esperienze, degli incontri, della vita di tutti i giorni, di ciò che mi accade. Anche con un risvolto, spesso, autoironico, non prendendomi troppo sul serio. Mi piace guardarmi intorno, osservare ciò che mi circonda, catturare un istante. Sognare, sì, ma sempre con i piedi vicino a terra, forse per non farmi troppo male in caso di caduta, chissà. Fotografare e scrivere mi fanno sentire bene, libera. Libera di esprimere una sensazione, un'emozione, un'idea. E per far questo, quando mi è possibile, viaggio. Anche solo con l'immaginazione, o con un buon libro. Viaggiare mi tiene lontana dai pregiudizi e dagli stereotipi; mi aiuta a conoscere nuove persone, nuove culture, diversi modi di vivere. Mi fa crescere. Viaggiare alla scoperta del mondo che ci circonda, ma anche di quello che è dentro di noi che, spesso, non tutti conosciamo fino in fondo.

dallo spioncino del condominio non si vedono i figli dei vicini

I vicini del quinto

  • Lisa 

Con il passare dei giorni le cose non erano certo migliorate, anzi. Il signor Pieroni a malapena accennava un qualche saluto se incontrato tra le scale e il portone del condominio. Eppure il capo aveva… Leggi tutto »I vicini del quinto

diario dei sogni

Sonnolenza e sogni

  • Lisa 

Scuola, liceo. Dopo un bel pranzo ci apprestiamo ad affrontare le ore per me più dure: il rientro pomeridiano. Ne abbiamo 2 a settimana. Il problema è che non sempre il rientro si risolve in… Leggi tutto »Sonnolenza e sogni

io e il ragazzo in un incontro piccoli come passerotti

Il Transatlantico

  • Lisa 

1912 La nave davanti a me svettava imponente. Dopo il lungo viaggio, finalmente, ero arrivata a Cherbourg, luogo dove il transatlantico si sarebbe fermato per poi proseguire alla volta della terra promessa: l’America. Tutto sarebbe… Leggi tutto »Il Transatlantico

viaggio in aereo con vista cielo e nuvole

L’aereo

  • Lisa 

2012 Nella mano stringevo un biglietto in maniera spasmodica per un viaggio di sola andata. Accanto a me la valigia verde, grande come un armadio, mi seguiva docile. Il momento tanto atteso finalmente era arrivato.… Leggi tutto »L’aereo

storie del titanic di un ragazzo con gli occhi verdi la fotografia è in bianco e nero

Errori Umani

  • Lisa 

1912 Dopo cena vagabondai senza meta, per poi decidere di addentrarmi tra i passeggeri della terza classe. Non amavo lo sfarzo ma il sapore, il profumo e le storie di chi, proprio come me, non… Leggi tutto »Errori Umani

la vita in un altro paese dall italia all inghilterra e poi per tutto il mondo

Consapevolezza

  • Lisa 

2012   Non era stato facile abituarsi ad un altro paese. La lingua era stato un grosso scoglio, per non parlare della documentazione, assicurazione e conto bancario che avevo dovuto fare per poter lavorare. Come… Leggi tutto »Consapevolezza

cielo grigio con neve sul tetto del carcere d'inverno

La Difesa

  • Lisa 

Qualcosa squarciò il silenzio tra le mura del carcere. Giovanni non aveva dubbi riguardo la provenienza di quel suono demoniaco, la risata diabolica risultava inconfondibile: era l’inquilino dell’ultima cella. Al suo capezzale, infatti, l’avvocato più… Leggi tutto »La Difesa

le nuvole in cielo nascondono il sole e la luna sua sorella

L’Accusa

  • Lisa 

A Marica, sorella minore di Virginia, non era mai piaciuto Gabriele: per questo cercava di frequentarlo il meno possibile. Ancora non riusciva a capacitarsi come sua sorella riuscisse a tollerare quell’individuo dopo 10 anni di… Leggi tutto »L’Accusa

tribunale da fuori chiuso per un processo

Il Processo

  • Lisa 

Un rumore di tacchi risuonò nell’androne del tribunale. Nicola, in cima alle scale, sapeva già a chi appartenevano, ormai riconosceva la cadenza, sostenuta ma mai affrettata. Prima ancora di riuscire a girarsi il profumo di… Leggi tutto »Il Processo

tramonto su una cripta segno di morte

Il Verdetto

  • Lisa 

Il sole stava calando. Anche quella giornata, bene o male, volgeva al termine. Marica, nonostante fosse provata dal processo, aveva deciso di recarsi da sua sorella. Le aveva portato un girasole. Scelta insolita, ma era… Leggi tutto »Il Verdetto

persona che passeggia in solitudine bianco e nero

Il Solitario

  • Lisa 

Pioveva. E lui, racchiuso nella scatola di latta che lo avrebbe riportato a casa, osservava le scie della pioggia sul vetro. Era sempre rimasto affascinato da come quel rincorrersi, unirsi, separarsi, rispecchiasse un po’ la… Leggi tutto »Il Solitario

messaggio su post it giallo tra le mani

L’Eterno Ragazzino

  • Lisa 

Giorgio si alzò quella mattina con il sorriso sulle labbra. Era l’ultimo giorno di lavoro. Qualche settimana prima, infatti, aveva dato le dimissioni. Non ne poteva più di esser trattato come un pezzente dal suo… Leggi tutto »L’Eterno Ragazzino

la vita di una coppia di ragazzi innamorati sotto a un portico di un cortile

La Giramondo

  • Lisa 

Aveva girato il mondo. In 50 anni di vita quanta gente aveva conosciuto, di tutte le nazionalità; e questo le era servito per non barricarsi dietro ai soliti preconcetti. Ormai, però, dati i vari acciacchi,… Leggi tutto »La Giramondo